15/02/2013 – Pioggia di meteoriti sul pianeta Terra

meteorite russia 15022013 001.jpgUna giornata che inizia come ogni mattina, regna la tranquillità, ognuno indaffarato nelle proprie faccende, nessuno si aspetta che da li a poco inizi un’apocalisse.

Venerdì 15 febbraio 2013 sarà ricordato da tutto il mondo non solo per il più vicino passaggio di un asteroide, 2012 DA 14, ma anche per la pioggia di meteoriti verificatasi in ben 4 punti diversi e lontani del globo.

Cheliabinsk, sugli Urali, in Russia, ore 9.20 locali, ore 4.20 italiane. Un bagliore nel cielo, una luce accecante, un fortissimo boato. E’ l’inizio.

C’è chi pensa alla fine del mondo, chi ad un attacco missilistico, chi ad un meteorite, chi si mette a pregare. Tutti sconvolti dal fortissimo boato e dall’enorme onda d’urto. Panico e paura iniziano a diffondersi in breve tempo su tutto il globo.

meteorite russia 15022013 003.jpgI dati ufficiali parlano di un migliaio di feriti, causati dalla rottura di finestre ed intonaci, centinaia tra case, ospedali e scuole gli edifici inagibili. Danni ingenti che, in base ad una prima stima provvisoria, superano i 22 milioni di euro.

Fortunatamente il meteorite è esploso diverse volte in volo prima di toccare terra, l’ultima delle quali ad una ventina di kilometri dal suolo ed ha rilasciato un’energia pari a 500 chilotoni, 30 volte superiore alla bomba atomica di Hiroshima.

La dimensione è stata stimata in una decina di metri di diametro, o poco più, ed un peso all’incirca di 10 tonnellate. Un piccolo sasso, come viene definito in gergo astrofisico, che, però, alla velocità di 18 kilometri al secondo ha generato enormi problemi nel momento in cui ha impattato.

meteorite russia 15022013 002.jpgNon è finita qui, purtroppo, di li a qualche ora un altro bolide è caduto nei dintorni di Cuba, uno è stato visto passare sopra i cieli della California ed infine un altro, il quarto, è precipitato, ancora una volta vicino alla Russia, in Kazakistan.

Gli eventi avvenuti venerdì ci fanno capire quanto “vulnerabile” sia il nostro Pianeta. Non è questione di catastrofismo, complottismo, bufale, ecc, ecc. E’ una realtà a cui dobbiamo cercare di abituarci.

I meteoriti caduti non sono stati né i primi, né gli ultimi. Ci si deve rendere conto, che ci piacca o no, che non dobbiamo valutare il “se” questi eventi accadranno, ma il “quando” e, soprattutto, ci si deve rendere conto di incominciare ad investire nella tecnologia per poterla utilizzare al fine di far si che episodi simili, o ben peggiori, non accadano in futuro!

Lorenzo Canciani

15/02/2013 – Pioggia di meteoriti sul pianeta Terraultima modifica: 2013-02-17T07:36:00+01:00da locan75
Reposta per primo quest’articolo